ME CONTRO TE IL FILM – LA VENDETTA DEL SIGNOR S DAL 17 GENNAIO

L’ESORDIO AL CINEMA DEGLI YOUTUBER ME CONTRO TE. Per la regia di Gianluca Leuzzi, Me contro te il film – La vendetta del signor S rappresenta un ulteriore passo in avanti per i due youtuber Sofia Scalia e Luigi Calagna, diventati negli ultimi tempi un fenomeno di costume travolgente per quanto riguarda il pubblico dei bambini (anche molto piccoli, il loro target va dai 4 ai 10 anni d’età). La trama dell’esordio al cinema della coppia siciliana è molto lineare: come dice lo stesso titolo, si tratta di un nuovo confronto tra Luì e Sofì – questi i nomi con cui i due fidanzati sono noti al loro pubblico – e il temibile signor S, antagonista ricorrente dei loro normali video su YouTube, che apparirà finalmente per la prima volta, svelando un grande mistero. Come finirà questo nuovo capitolo della loro interminabile sfida?

JOJO RABBIT DAL 16 GENNAIO

UNA FAVOLA NERA CHE MISURA L’IMPATTO DELLA GUERRA E DEI FASCISMI SUGLI SPIRITI INNOCENTI. Jojo ha dieci anni e un amico immaginario dispotico: Adolf Hitler. Nazista fanatico, col padre ‘al fronte’ a boicottare il regime e madre a casa ‘a fare quello che può’ contro il regime, è integrato nella gioventù hitleriana. Tra un’esercitazione e un lancio di granata, Jojo scopre che la madre nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Rilke e il fidanzato partigiano. Nemici dichiarati, Elsa e Jojo sono costretti a convivere, lei per restare in vita, lui per proteggere sua madre che ama più di ogni altra cosa al mondo. Ma il ‘condizionamento’ del ragazzo svanirà progressivamente con l’amore e un’amicizia più forte dell’odio razziale.

RICHARD JEWELL DAL 16 GENNAIO

EASTWOOD MOLTIPLICA I SUOI SCHERMI PER RAPPRESENTARE UN’EPOCA IN CUI LO STORYTELLING CONTA PIÙ DELLA VERITÀ. Atlanta, Georgia. Richard Jewell è un trentenne sovrappeso che vive ancora con la mamma e si considera un tutore della legge, ma in realtà svolge per lo più lavoretti di sorveglianza. Richard considera sua missione proteggere gli altri ad ogni costo: dunque, durante gli eventi che precedono le Olimpiadi del 1996, è il primo a dare l’allarme quando vede uno zaino sospetto abbandonato sotto una panchina. Questo fa sì che l’attentato dinamitardo del 27 luglio al Centennial Olympic Park abbia esiti po’ meno tragici di quelli previsti dall’attentatore, e Richard diventa l’eroe che aveva sempre sognato di essere: ma la sua celebrità istantanea non tarderà a rivoltarglisi contro e a farlo precipitare dal sogno all’incubo.

THE LODGE DAL 16 GENNAIO

UN THRILLER-HORROR CHE INDAGA IL CONFINE TRA FOLLIA E MORTE NELLO SPAZIO ASTRATTO DI UN’ABITAZIONE. Mia e Aiden sono fratello e sorella, lei poco più di una bambina, lui un adolescente, e da poco hanno perso la madre. Da sei mesi vivono con il padre Richard, il quale vorrebbe che i figli conoscessero meglio la nuova fidanzata Grace, di diversi anni più giovane e con alle spalle un passato traumatico. Per Natale Richard organizza una vacanza in una casa isolata nei boschi, ma viene richiamato in città da un impegno: rimasti soli, Mia, Aiden e Grace sono costretti a passare il tempo insieme, circondati dalla neve e dentro una casa caricha di misteri e tensione.

PICCOLE DONNE

UN LETTURA PERSONALE CHE PARLA DI DONNE, ARTE, SOLDI. PERCHÉ NON È PIÙ TEMPO PER SCEGLIERE TRA MATRIMONIO O MORTE. La sagoma di Jo, di spalle, che guarda oltre un vetro, come una madre guarderebbe un neonato in un nido. Qualcosa nascerà, oltre quel vetro: il suo romanzo, “Piccole Donne”. Quelle di Greta Gerwig partono da qui. Il famoso “Natale non sarà Natale senza regali” arriverà dopo, in uno dei tanti flashback, perché è così che la regista americana ha scelto di strutturare il racconto: mescolando i romanzi della serie e combinandoli con momenti della biografia di Louisa May Alcott, ma anche della propria, perché questi momenti riguardano l’essere autrice e donna, ieri e oggi, in un mondo di uomini.

HAMMAMET

AMELIO METTE IN SCENA GLI ULTIMI GIORNI DI BETTINO CRAXI. Raccontare gli ultimi sei mesi di Bettino Craxi è l’obiettivo, difficile e molto sensibile per l’Italia, dell’ultimo film di Gianni Amelio dal titoloHammamet. Sono passati 20 anni dalla sua fine prematura in Tunisia, complesso dire se pochi o molti per cominciare a guardare con il giusto distacco il discusso leader politico socialista. Ma Gianni Amelio con la complicità di un Pierfrancesco Favino reso straordinariamente somigliante ci prova. Il film esce al cinema il 9 gennaio 2020, mentre il 19 gennaio del 2000 veniva a mancare l’ex premier italiano.

CITY OF CRIME

UNA SERRATA CACCIA ALL’UOMO SULL’ISOLA DI MANHATTAN: LA TENSIONE È PALPABILE. Una notte a New York una coppia di criminali entra in un ristorante per rubare un carico di cocaina, ma ne trova molta più del previsto, inoltre arrivano sul posto molti agenti di polizia, che i due ladri sono costretti ad abbattere divenendo così il pericolo pubblico numero uno. I due sono: Ray Jackson, reduce delle guerre in Medio Oriente, e Michael Trujillo congedato invece con disonore, per ragioni però con cui è facile empatizzare. Viene incaricato di catturarli il detective Andre Davis, che ha la fama di avere il grilletto facile, ed è affiancato da un’agente della narcotici, Frankie Burns. Andre, che è figlio di un poliziotto ucciso in servizio, prende la vicenda molto a cuore e ottiene di isolare l’intera isola di Manhattan bloccando ponti e tunnel per alcune ore notturne. Inizia così una caccia all’uomo che è anche una corsa contro il tempo, dove Andre dimostra di voler arrivare alla verità anziché fare giustizia sommaria.

TOLO TOLO

CHECCO ZALONE PROVA A SUPERARE SE STESSO.
È difficile essere Checco Zalone se ogni volta sei chiamato a battere te stesso. L’attore dopo i successi di Cado dalle nubi (2009), Che bella giornata (2011) E Sole a catinelle (2013), Quo vado? (2016), con cui ha complessivamente incassato in Italia circa 170, torna nelle sale il primo gennaio del 2020 con la sua ultima fatica dal titolo Tolo Tolo. Checco Zalone, nome d’arte del barese Luca Pasquale Medici, nonostante spesso si diverta a sminuire la sua cultura e preparazione ha conseguito la maturità scientifica ed è laureato in Giurisprudenza. Oltre all’attività di attore comico bisogna ricordare che ha già pubblicato diversi album tanto che anche la colonna sonora del suo nuovo film,Tolo Tolo, è stata realizzata da lui a cominciare dalla canzone “Se t’immigra dentro il cuore” come ha raccontato in un’anticipazione.

PLAYMOBIL – THE MOVIE

UN’AVVENTURA CLASSICA E DIVERTENTE, CHE NON HA L’ESTRO DEI LEGO MOVIE MA MANTIENE LA PROMESSA INIZIALE. Da ragazzina Marla passava le giornate a giocare col fratellino Charlie e sognava di girare il mondo. La scomparsa prematura dei genitori l’ha però trasformata anzitempo in una donna occupata in tutto tranne che a divertirsi. Charlie ne soffre e, una sera, uscito di casa senza avvisare, viene attirato dalla vista di un padiglione di giocattoli, dove una distesa di Playmobil sembra aspettare solo di essere animata da un giocatore pieno di fantasia. Quando Marla lo ritrova, non fa in tempo a portarlo via che entrambi vengono risucchiati dal mondo dei giochi e portati in un’altra dimensione, dove hanno le fattezze di due Playmobil e li attende al varco una grande avventura.

JUMANJI – THE NEXT LEVEL

Quando un ragazzo si è trovato nel corpo di The Rock, ha vissuto incredibili avventure ed è stato pure con una ragazza nel corpo di Karen Gillan, come può la sua vita tornare alla normalità, all’asma e a un deprimente lavoro in un drugstore? Infatti Spencer è depresso, anche se per Natale è ritornato a casa e sta per rivedere i suoi amici. Suo nonno lo sprona a fare qualcosa della sua vita, dicendogli che invecchiando non farà che peggiorare, e così Spencer cerca un’iniezione di fiducia in se stesso nel gioco magico Jumanji, dove le cose però non vanno come sperava. I suoi amici, per aiutarlo, lo raggiungeranno, ma il gioco è guasto e così vi finiscono intrappolati anche il nonno di Spencer e il suo ex socio Milo.

PINOCCHIO

UNA FAVOLA CHE INCANTA GLI OCCHI E SI AVVICINA A COLLODI CON AMORE, DEVOZIONE, ENORME RISPETTO. Ci sono tutti, i personaggi principali del romanzo di Collodi, nelPinocchio di Matteo Garrone: Geppetto e il suo burattino di legno, Lucignolo, Mangiafuoco, la Fata Turchina, il Grillo Parlante, il Gatto e la Volpe, fino all’Omino di burro, il Tonno e la Balena. Perché questo ennesimo adattamento cinematografico di una delle favole italiane più note nel mondo è enormemente rispettoso dell’originale, come già era stato Il racconto dei racconti al testo di Gianbattista Basile.
C’è una cura devota nella ricerca delle facce giuste, negli scenari che chiunque abbia letto Pinocchio ha immaginato, nei dettagli dei costumi, del trucco (impressionante il legno con cui è costruito il bambino), degli effetti speciali artigianali, come lo erano stati ne Il racconto dei racconti, e utilizzati con grande parsimonia, ovvero solo quando narrativamente necessari.